Portacandele e decori DIY in pasta di sale

Le candele sono uno degli elementi fondamentali dell’ hygge. I danesi usano l’espressione ” levende lys “, luce vivente, per descrivere una fiamma che si muove dolcemente, come se danzasse, simbolo di calore, vita e benessere. Le luci soffuse creano un’atmosfera calda e morbida. Accendere candele in casa è un po’ come prendersi cura della luce e dei profumi che, nel diffondersi, infondono una sensazione rassicurante.

Qui di seguito vi mostro come creare un ” portacandele ” DIY perfetto per rendere più calda, soffusa ed hygge l’atmosfera di casa, oltre ad essere una bellissima aggiunta ai decori Natalizi di questo periodo.

Come prima cosa preparate la pasta di sale. Nella lista del materiale occorrente ho scelto come unità di misura un bicchiere, ma potete farne quanta volete, l’importante è mantenere le proporzioni: una parte di sale, due parti di farina ed una parte di acqua. Impastate tutto insieme fino ad ottenere un panetto morbido e malleabile.

Se volete colorare la pasta di sale potete farlo in due modi: o aggiungete all’impasto piccole dosi di colori a tempera, oppure potete colorare le vostre creazioni ad asciugatura ultimata.

Io ho deciso di lasciare il colore naturale: un bianco caldo.

Il mio consiglio è quello di lavorare la pasta di sale appena fatta, perché tende a seccare all’aria. Se volete conservarne una parte per lavorarla in un secondo momento, meglio chiuderla ben bene in un sacchetto o avvolgerla nella pellicola trasparente, facendo uscire più aria possibile. In questo modo, però, può perdere la sua tipica malleabilità. D’altronde è velocissima da fare, quindi meglio farne all’occorrenza!

Portacandele 

Iniziate con il realizzare il supporto per la pasta di sale. Muniti di forbici, nastro adesivo e cartoncino, realizzate un cono con diametro di base di almeno 5 cm, o comunque un paio di centimetri in più rispetto a quello delle candeline che utilizzate solitamente.

Con un matterello stendete la pasta di sale e ritagliate all’incirca la stessa sagoma conica che andrete poi a disporre sul supporto di cartoncino, avvolgendo la pasta intorno al cono. Ogni volta che avrete bisogno di unire due parti di pasta di sale, basterà bagnarla leggermente con dell’acqua e modellarla con le dita. Potete lasciare la punta del cono di pasta di sale lievemente aperta così da permettere la fuoriuscita del calore prodotto dalla candela per evitare che il cono si surriscaldi.

Una volta ricoperto il cono di cartoncino con la pasta di sale, realizzate dei fori della forma che preferite sul cono dell’impasto. Io ho utilizzato uno stampino ad espulsione, ma va bene anche una cannuccia,  o qualsiasi altra cosa vi piaccia, l’importate è non realizzare fori troppo grandi a scapito della struttura del portacandele.

A questo punto lasciar asciugare su un termosifone, o comunque in un luogo asciutto, per almeno 24 ore. Successivamente si può cuocere in forno a 70-80°C   per un’ora.  Far asciugare la pasta di sale prima della cottura vi permette sia di ridurre il tempo di cottura stesso, sia evita che si formino bolle d’aria o crepe vistose. Il tempo di cottura esatto è difficile da stabilire perché dipende sia da quanto è durata l’asciugatura, sia dalle dimensioni dell’oggetto (più l’oggetto da fare cuocere è spesso, più il tempo di cottura è lungo). In ogni caso a fine cottura dovrete avere un oggetto asciutto e rigido.

Alla fine non vi resta che accendere una candela e posizionarvi sopra il cono di pasta. Personalmente l’effetto mi piace molto.

Portacandele DIY di pasta di sale (a luci accese).
Portacandele DIY di pasta di sale (a luci spente).

Decorazioni per l’albero di Natale

Con lo stesso impasto di pasta di sale potete realizzare anche altre creazioni.

Con qualche formina per biscotti, dei nastri e un pennarello, potrete creare delle personalissime decorazioni per addobbare l’albero di Natale, utilizzabili anche come segnaposto a tavola, o portatovaglioli. Originali e d’effetto.

Per realizzarle stendete la pasta di sale con il matterello. Create le forme con gli stampini per biscotti e su ognuna fate un piccolo foro, ad esempio con una cannuccia,  che servirà poi per farvi passare il nastro.

Come per il portacandele, lasciate asciugare per almeno 24 ore e successivamente procedete con la cottura in forno a 70°C per un’ora.

Una volta cotte, potete dipingerle con colori acrilici o a tempera, oppure semplicemente verniciarle ( e farle asciugare bene). Io ho deciso di arricchire alcune decorazioni con delle frasi scritte con un pennarello indelebile. Una volta terminate, inserite un nastrino o un cordoncino nel foro della decorazione e annodate bene. Ecco terminati i vostri addobbi natalizi!

Decorazioni DIY in pasta di sale da appendere all’albero di Natale.

Stay Hygge!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *